Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

ARTONAUTI 5 – Arte e scienza (WizArt)

Didattica

EDICOLA NEWS: LE RECENSIONI nr. 346

in collaborazione con Edicola Birra Fumetteria 
album: Artonauti 5 – Arte e scienza (WizArt)

figurine: 280 (1-280) + 25 Twin Cards

starter pack: album + 3 bustine 3,90€

box: 20 bustine (5 figurine + 1 card per bustina) 0,80€ cad.

Un appuntamento periodico che attendiamo sempre con trepidazione e curiosità. Trepidazione perché da qualche anno, senza ombra di dubbio, l’album Artonauti è una piacevole presenza in edicola. Curiosità perché, pur mantenendo un format simile, ogni nuovo album è ricco di novità, di nuovi spunti e naturalmente anche di nuove avventure per i nostri eroi.

Altro aspetto che si conferma mix perfetto: qualità del prodotto e costo delle bustine sotto la media. Il brand Artonauti è una creazione della stessa WizArt, questa situazione particolare comporta un lavoro molto più articolato nella realizzazione del prodotto. Non si accede ad un archivio fornito da terzi che va “solo” graficamente impostato, ma si parte da zero, facendo tesoro ed esperienza di quanto creato fino a quel momento. Si ha la piacevole sensazione che dietro al progetto generale ci sia l’idea di realizzare un prodotto numericamente (in figurine e card) ed economicamente alla portata di tanti, se non tutti. Ci teniamo stretti Artonauti, Cucciolotti, ecc., ad altri lasciamo volentieri figurine ultra limited, parallel ed altre diavolerie figlie della moda del momento.

Ci piace pensare che lo staff degli Artonauti, terminato un album, sia già al lavoro su quello successivo e che anzi, in qualche modo, come fosse una saga cinematografica, i temi affrontati non sono decisioni del momento ma seguono una logica sequenziale. Anche i protagonisti a fumetti, il cane Argo, Morgana ed Ale, del resto, sembrano diventare più grandi, album dopo album. Con i tempi delle figurine, un po’ come la Marvel dove, almeno storicamente, ogni 5 anni del fumetto valeva 1 anno della vita reale. Dopo oltre 60 anni di vita editoriale, per forza di cose, questo linea temporale non è continuata.

Il quinto capitolo di Artonauti è un po’ il ritorno al primo clamoroso album, che ebbe un successo incredibile, sicuramente confermato anche successivamente, se no non saremo qui a parlarne. Ritorno in quanto il viaggio ripercorre epoche e momenti storici lontanissimi tra loro, con in parte la grande novità di arrivare non solo ai giorni nostri ma in qualche modo.. “sbirciare” anche nel futuro.

Viaggio che prende spunto da il sogno che condividiamo in tanti, sia i collezionisti, sia gli amanti dei libri, sia quelli della storia e delle scienze. Entrare in una biblioteca, di quelle di una volta con milioni di libri fino al soffitto, scoprire invenzioni, eventi, miti, racconti tramandati nei secoli e frasi, modi di dire, diventati di uso comune. Il concetto è semplice, se oggi il mondo è così, con tutti i suoi pregi ed anche i suoi difetti, è anche dettato dal fatto che un giorno, in un tempo assai lontano, è stato creato, pensato, realizzato qualcosa. C’è un filo che lega noi agli antichi Egizi, Etruschi, Romani, ecc. Non ne siete convinti? Beh, sfogliare l’album potrebbe aiutarvi in tal senso.

Naturalmente gli Artonauti non lasciano nulla al caso e l’album segue un percorso logico, che parte dalla preistoria e pagina pagina arriva fino allo spazio più profondo. Encomiabile il lavoro di ricerca del team WizArt. Semi citando Superman (è un aereo? è un uccello? E’ Superman!) difficile dare una definizione precisa a questo prodotto, un po’ fumetto, un po’ illustrazione, gioco, didattica, un minestrone (nel senso positivo del termine) di cultura in figurine!

Chi ci segue è ben consapevole della nostra passione per le figurine sagomate, qui è un’esplosione di immagini che prendono sostanza grazie al completamento delle pagine. Sono spesso quadri, monumenti che è facile riconoscere ma crediamo l’intento di WizArt sia anche quello di dare linfa alla curiosità, alla ricerca dei dettagli. Attaccando una determinata figurina si può riconoscere una caratteristica che magari in precedenza ci era sfuggito.

Ben riuscita la divisione per capitoli, una splash page che introduce i ragazzi nel momento storico che andranno a vivere ed a seguire pagine più didascaliche che raccontano l’evoluzione della scienza e dell’arte. Non perdersi nei contenuti scritti delle pagine è un errore, non solo per favorire il proprio accrescimento culturale (e quello ancora più importante dei nostri giovani), ma anche per non perdere l’occasione di giocare con l’arte e la scienza. Di tanto in tanto, gli Artonauti ti invitano ad osservare meglio, a leggere, a “vincere” i piccoli quiz semi nascosti nel racconto.

Album comunque originale rispetto ai precedenti, in quanto, dice lo stesso titolo, non si dedica solo all’arte ma anche alla scienza ed alle scoperte tecnologiche. Brunelleschi ed i grattacieli nello stesso album?? Con gli Artonauti tutto è possibile!

Non è un album per tutti, forse. E’ sicuramente un album che va goduto, sfogliato, leggendo le importanti didascalie e percorrendo la lunga avventura; anche noi ne siamo parte, in quanto parte dell’umanità. Siamo convinti che anche oggi, nell’era tecnologica ed ultra veloce, ci sia ancora spazio per gli album denominati didattici, così come poteva essere per i nostri nonni mentre attaccavano le figurine negli anni ’50 del secolo scorso. Certamente va fatto un lavoro extra e più articolato del passato, un tempo l’album era l’unico tramite per conoscere una realtà, una storia o un momento storico, oltre ai sempre fondamentali libri. Ora abbiamo mille modi ed occasioni, ma il fascino immortale delle nostre piccole amiche di carta, rende sempre e comunque tutto speciale.

Album semplicemente meraviglioso, a nostro parere più riuscito rispetto al precedente che affrontava, comunque egregiamente, argomenti differenti tra il mito e l’arte. Comunque, uno accanto all’altro, nella nostra collezione personale degli album Artonauti, stanno davvero bene. Un consiglio il futuro? Un album che affronti anche le tematiche ambientali, da uno spunto diverso, ad esempio di come l’uomo si è rapportato alla natura attraverso l’arte.

(EN)


Related Posts

ARTONAUTI 2 (WizArt)

16 Dicembre 2019

ARTONAUTI (WizArt)

15 Marzo 2019