Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

MARVEL VERSUS (Panini)

EDICOLA NEWS: LE RECENSIONI nr. 223

in collaborazione con Edicola Birra Fumetteria 
album: MARVEL VERSUS (Panini)

figurine: 176 (1-176) + 50 card (C1-C50)

starter pack: album + 5 bustine + 3 card limited edition 4,90€

box: 36 bustine (4 figurine + 1 card per bustina) 1,00€ cad.

album cartonato + 3 bustine + 2 card limited edition 16,90€

Il lato oscuro della forza! Ok, non parliamo di Star Wars ma anche qui i cattivi fanno la loro figura. Siamo convinti che il grande successo dei fumetti Marvel, come anche quelli della DC Comics, è legato non solo a grandi eroi ma anche a cattivi di altissimo livello. Pensate cosa sarebbe Spider-Man senza Goblin, gli X-Men senza Magneto, Cap senza Teschio Rosso e soprattutto i Fantastici Quattro senza il Dottor Destino, per chi scrive il cattivo numero 1. Tra l’altro, molti di questi anti eroi in realtà hanno degli aspetti che li permettono di essere apprezzabili e, per certi versi, comprensibili. Altra punto di forza della narrativa del fumetto americano.

La copertina ed il titolo dell’album è in realtà in parte fuorviante, si ha l’impressione che l’impostazione della collezione è la perenne lotta tra il bene e il male, dove eroi e nemici si alternano pagina dopo pagina. L’idea invece è più “estrema” ed efficace, per una volta al centro dell’attenzione ci sono principalmente loro, i cattivi, quelli che quasi sempre nelle storie a fumetti sono destinati a perdere. Gli sparring partner, tra le pagine stavolta, sono i supereroi.

Fuorviante può sembrare la stessa impostazione grafica delle singole pagine, in quella di sinistra in altro troviamo il nome dell’eroe, in quella di destra il nome del cattivo di turno. Panini poteva limitarsi a questo, invece il lavoro è molto più dettagliato, più imponente, più ricercato, quasi a volere creare una Enciclopedia dei Marvel Villains.

Infatti per ogni fumetto, inteso come personaggio, trovano spazio il nemico principale ma anche altri, di base almeno 4 cattivi per fumetto sono rappresentati in figurine portando ad averne alla fine dell’album oltre un centinaio! Inoltre i testi sono interessanti e ben scritti, oltre alla prima apparizione nei fumetti, i creatori e le caratteristiche, anche alcuni accenni alle storie più importanti, epiche o talvolta drammatiche. Lo spazio è poco, ma davvero ci si fa una idea più che accettabile su quanto successo in 60 anni di Fumetti Marvel (per qualcuno personaggi più anni, per altri di meno).

Vorremmo elencarvi tutti i cattivi rappresentati in figurina, ma perchè togliervi il piacere di scoprirli o riscoprirli voltando le pagine? Però non resistiamo e qui nominiamo quelli che hanno meritato uno spazio speciale: Goblin, Prowler, Carnage, Ultron, Thanos, Teschio Rosso, Loki, Modok, Abominio, Kree, Taskmaster, Discord, Killmonger, Dormammu, Dottor Destino, Magneto, Cable, Bullseye. Qualcuno manca, ci vengono in mente il Mandarino e l’Avvoltoio. Altri forse avrebbero meritato maggiore spazio, ad esempio Kingpin o Galactus. Resta comunque un album molto divertente e bello anche solo da sfogliare, figuriamoci ad attaccare le figurine!

Le figurine (dopo il mezzo passo falso dell’album precedente) sono un valore aggiunto, a noi piacciono molto, “amazing” soprattutto nella loro varietà, in particolari le speciali che si illuminano ma che ancora di più sono una bella sensazione al tatto. Per non parlare delle sagomate che fino alla noia continueremo a pontificare, ci piacciono proprio! Anche le card sono molto più interessanti delle precedenti, 25 cattivi (messi per primi, giustamente visto come è impostato l’album) e 25 eroi, tutti con i riferimenti grafici alle loro caratteristiche. Un po’ come negli anni 70, sui celebri fumetti della Editoriale Corno, ora potremo davvero scoprire “chi è più forte tra la Cosa e Hulk“.

Ciliegina sulla torta sono le 12 pagine finali con una storia molto divertente realizzata dal mitico Eric Powell (creatore di “The Goon”, edito sempre da Panini Comics). Brava Panini ad avere aggiunto questa chicca assoluta a chiudere un album di buona fattura. Peccato solo per la qualità devastante della carta, facile pensare sia legata alla attuale crisi della materia prima, in realtà è un problema che abbiamo iniziato a notare da diversi anni.. scusate, ma non ci crediamo. Perlomeno l’album è omaggio con lo starter pack e la collezione è davvero troppo interessante per andare oltre, nonostante i problemi è sicuramente uno degli album dell’anno.

Disponibile per fortuna anche la versione cartonata, sul sito Panini e nelle Fumetterie. Forse è la nuova strada di Panini, prodotto di bassa qualità per le edicole e cartonato con carta migliore (fino a prova contraria) per il circuito dei collezionisti. Nel box troviamo altre 2 card limited edition così da arricchire le tre card limited edition che troviamo nello starter pack e che ritraggono copertine storiche della Marvel, ma non le solite classiche, altra scelta che gradiamo.

Per Latveria, Villains uniti!

(EN)

MARVEL 80th (PANINI)

EDICOLA NEWS: LE RECENSIONI nr. 132

in collaborazione con Edicola Birra Fumetteria 

figurine: 192 (1-192) + 50 card (C1-C50)

starter pack: 4,90€ album + 3 bustine

bustine: 1,00€ (4 figurine + 1 card)

E’ sempre tempo di Eroi! Dopo il mal riuscito Marvel Superheroes di qualche anno fa, Panini ci riprova e questa volta centra l’obiettivo. Il nuovo album su l’universo Marvel è ben fatto, ripercorre la storia editoriale sin dagli anni 40 e decade dopo decade arriva ai giorni nostri. Didascalie realizzate sicuramente dal personale Marvel Italia, ci raccontano l’evolversi dei personaggi e la nascita dei nuovi eroi. Viene dato il giusto credito anche agli autori e vengono anche loro ricordati. Molto interessante anche dare spazio a fumetti che non hanno passato l’esame del tempo con altri che dal tempo hanno tratto la loro forza.

Ogni decade ha le sue caratteristiche, gli anni 40 e 50 presentano fumetti western, di guerra e d’amore che sono poi pian piano scomparsi. Le splendide storie degli Invasori (Capitan America, Torcia Umana, Namor, ecc.) ambientate durante la seconda guerra mondiale e le storie horror che in Italia erano a l’interno della collana Eureka Pocket della mitica Editoriale Corno.

Le prime 39 figurine di 192 totali sono dedicate a questo periodo, brava Panini a non dimenticarle per andare direttamente alla nascita del Marvel Universe con l’Uomo Ragno, Fantastici Quattro e tutti gli altri. Gli anni in cui la Marvel fa il salto di qualità raccontando i fumetti in modo nuovo, il concetto di “grandi eroi con grandi problemi” diventa successo planetario.

Pregio della Marvel è non sedersi sugli allori ma continuare a sfornare grandi personaggi, negli anni 70 arriva l’era mutante con gli X-Men e Wolverine ma anche Ghost Rider e Dracula; accanto a storie shock che facevano però capire dove volevano arrivare Stan Lee e soci, la morte di Gwen Stacy scuote ancora oggi! Gli anni 80 sono espressione del fumetto più cittadino, è il periodo d’oro di Daredevil ma anche l’arrivo di icone come Punisher e Venom. Il decennio successivo è quello delle grandi saghe, in questi anni nasce il personaggio Deadpool. Il nuovo millennio vede la Marvel cimentarsi in nuove strade creando universi alternativi come Ultimate e 2099, fino ai giorni nostri con l’esplosione del Marvel Cinema Universe.

Bella la pagina che porta il nome “Il mondo fuori dalla finestra”, l’Universo Marvel per ricordare alcuni momenti della storia (11 settembre, Olocausto, ecc.) e sensibilizzare su tematiche non comuni nei fumetti come Aids, droghe, omosessualità, ecc.

Chiude l’album una breve storia inedita in figurine con Capitan America. In generale le figurine sono di buona qualità anche se piuttosto leggere, belle come sempre le speciali. Menzione particolare per le 50 card, un extra ben riuscito con i 50 fumetti Marvel più importanti, splendidi davvero i primi piani!

La copia dell’album in nostro possesso ha una carta di pessima qualità che crea delle ondulazioni in tutte le pagine, speriamo sia solo una copia difettosa. Sarebbe davvero clamoroso se a fronte di un ottimo album, si fosse scelta una via economica per la stampa..

A proposito di scelte editoriali NON esiste una versione cartonata o meglio, non esiste in Italia, perché in altri paesi si trova, soprattutto in Brasile dove oramai da anni la produzione è più ricercata e di qualità rispetto a quella italiana.

Perché non è stato fatta l’edizione limitata? La risposta è semplice, andate sul sito Panini e troverete ancora disponibile le limited di Batman e Paperino, uscite quasi un anno fa. Quindi, vendite scarse. Dopo avere cancellato il cartonato low cost (si fa per dire..) ora addio anche a quello versione lusso. Non sarebbe stato meglio sin dall’anno scorso rinunciare al lussuoso e limitarsi a fare una versione più semplice e stamparla in poche migliaia di copie? Magari on demand, come già si fa con il cartonato Calciatori. E’un dettaglio grave, segnala una scarsa considerazione per quella parte di collezionisti che, sebbene sono forse pochi rispetto al totale, da decenni, con la loro passione e la loro presenza, contribuiscono a portare il successo degli album delle figurine nelle edicole, nelle strade, nelle scuole e sui luoghi di incontro e lavoro. Mi spiace Panini, ma davvero la delusione è grande

(EN)

BATMAN 80 YEARS (Panini)

EDICOLA NEWS: LE RECENSIONI nr. 79

in collaborazione con Edicola Birra Fumetteria 

figurine: 192 (1-192) + 36 card (1-36)

starter pack: 4,90€ (album + 5 bustine)

bustine: 1,00€ (4 figurine + 1 card)

box: 36 bustine

Limited Edition 1000 copie: 49, 90€

commento: in alcune occasioni è una fortuna dovere aspettare qualche giorno prima di fare la recensione, aiuta a studiare meglio il prodotto e non farsi prendere da una piccola delusione a fronte invece di nuove emozioni. Panini ha deciso di cambiare la formula che aveva caratterizzato precedenti album (da Tex a Topolino), niente più brossurato e niente più cartonato da edicola. Solo spillato ed edizione limited hard cover all’interno sempre di un elegante cofanetto.

Questo terremoto editoriale ha spiazzato tutti, errato fermarsi alla forma, meglio pensare alla sostanza. Ovviamente per apprezzare l’album di Batman non bisogna essere solo collezionisti di figurine ma anche amanti dei fumetti, in questo modo davvero farsi prendere dalle emozioni ed anche dai ricordi per i meno giovani è un attimo.

Semi citando un film di Woody Allen: “Tutto quello che avreste voluto vedere sull’album Marvel ma non avete trovato”. Buffo che Panini, editore della Marvel Comcis in Italia, riesce a fare un grande album sulla “concorrenza”, ossia l’eroe più amato dell’universo DC Comics.

E’ limitato definirlo un album, più corretto sfogliarlo come una piccola enciclopedia di Batman in figurine. Le prime pagine hanno il sapore del mito con le prime apparizioni del cavaliere oscuro nel lontano 1939, che continua con il meglio del personaggio attraverso gli anni. A seguire il mondo di Batman, dalla Bat-Caverna agli innumerevoli gadget ed alla Bat-Mobile.

Spazio anche ai tanti personaggi del fumetto, con splash page spettacolari con figurine sagomate, i grandi eroi ed i compagni Robin, Batgirl, Batwoman, Alfred ed il Commissario James Gordon. I grandi nemici Joker, Harley Quinn, Catwoman, Pinguino e tantissimi altri.

Manca ancora molto alla fine dell’album, dai fumetti si passa alla televisione con le serie animate e gioia assoluta per noi “vecchi”, ben 9 figurine dedicate alla serie tv classica con Adam West.

Dalla TV al grande schermo con tutti i film con Batman protagonista, dal primo di Tim Burton all’ultimo “all american heroes” legato alla Justice League.

Fumetti, serie tv, film.. come concludere l’album? Naturalmente con le figurine anche dei videogiochi!

Completo, emozionante, FIGO, con tante figurine speciali, 24 olografiche ed ancora di più 24 che si illuminano al buio. Non esiste un album più adatto di questo dove metterle.

L’album sebbene spillato ha una pagina interna in cartoncino, dopo la copertina la checklist di tutte le 36 card, in fondo all’album il cofanetto da staccare per contenerle. Anche le card sono davvero belle, le prime 18 dedicate alle copertine dalle storiche a quelle più recenti, dalla 19 alla 27 i vari costumi di Batman negli anni, dalla 28 alla 36 tutte le auto del cavaliere oscuro!

Discorso a parte il cofanetto limited, stampato in appena 1000 copie numerate. A proposito, a differenza dei precedenti, troviamo il numero anche all’esterno, non cambia nulla, ma felice di avere un numero importante come il 100.

Il cofanetto contiene l’album cartonato con all’interno una bella serigrafia ed a parte un secondo cofanetto dove mettere le 36 card, esposte in tutto il loro splendore.

Quindi torniamo al punto di partenza, se il primo pensiero era di delusione per i cambi avvenuti con questo Batman e Paperino, un’analisi più approfondita rende le scelte di Panini non solo accettabili ma anche comprensibili. Il Deluxe Limited è diventato davvero un oggetto di alta qualità e rivolto ai soli collezionisti, le versioni intermedie non rendevano merito a questa scelta. Inoltre è probabile che le vendite del cartonato da edicola non fossero tali da motivarne la continuazione.

Anche se Panini non lo dichiara, credo invece che la scelta di rinunciare al brossurato con buste all’interno sia legato alle necessità di tutela dell’ambiente e della progressiva eliminazione della plastica. Penso che siamo giusto all’inizio di un percorso che probabilmente Panini proseguirà nei mesi ed anni a venire, voglio pensare e credere sia così, con l’assoluta curiosità di vedere cosa accadrà il prossimo anno con il Calciatori Adrenalyn 2021!

Giudizio finale: 10/10 con lode (per la limited e per la scelta ecologica)

(EN)

La prima apparizione di Figu&Rina ed il limited di Batman da aprire!