Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

PAW PATROL Tutti in missione! (Panini)

EDICOLA NEWS: LE RECENSIONI nr. 211

in collaborazione con Edicola Birra Fumetteria 
album: PAW PATROL Tutti in missione! (Panini)

figurine: 176 (1-144, X1-X32)

starter pack: album + 5 bustine 3,90€

box: 36 bustine (5 figurine per bustina) 0,80€ cad.

Vicini a festeggiare i 10 anni (la serie è stata creata nel 2013 dal canadese Keith Chapman, lo stesso di Bob Aggiustatutto) arriva al cinema il film dei Paw Patrol! Con il film anche il consueto album di figurine. I nostri sei cagnetti riscoprono quindi le figurine dopo la pausa di qualche anno. A noi sono mancanti! Come ci manca un editore di qualità come era la Gedis, che aveva realizzato uno dei precedenti album.

Prima parte dell’album che introduce a tutti i personaggi della serie, ogni cane ha la sua pagina dedicata, ancora troviamo le sagomate che tanto ci piacciono ed altre 4 figurine a contorno. Grafica a nostro parere efficace e divertente. Vediamo se li ricordate tutti: Marshall il dalmata, Chase il pastore tedesco, Skye la cocker, Rublle il bulldog, Rocky il meticcio, Zuma il labrador, Everest la husky e Tracker il cucciolo. Ognuno con i propri “super poteri”.

Al centro dell’album troviamo le pagine dedicate al film, 18 figurine che introducono alla storia. Scelta interessante di Panini, invece di fare un album che racconta il lungometraggio cinematografico, preferisce realizzare un album più classico. Meglio per chi non vuole perdersi il gusto di vederlo al cinema, forse anche necessario visto che è un pochino di tempo che manca un album di figurine sui nostri amici a quattro zampe.

Monumentale poster centrale che contiene ben 32 figurine con la lettera X, numero importante se calcoliamo che il resto dell’album ne ha “appena” 144. Meglio così, ben vengano album con non troppe figurine così da permettere di provare a completare la collezione senza dovere fare un finanziamento. Altre pagine simpatiche sono quelle legate alle ciotole (vedi foto sopra) ed alla base dei Paw Patrol, pagine tra l’altro simpatiche perchè permettono di interagire con i personaggi. Meno interessante l’ultima parte che presenta alcune avventure, giusto un riempimento dell’album.

Le figurine sono di formato più grande rispetto ad altre collezioni, oltre alle già menzionate sagomate troviamo le classiche glitter, sia in alcune pagine dell’album, sia e soprattutto per il poster centrale. Simpatiche le tante figurine dedicate ai singoli personaggi, probabilmente destinate a finire attaccate anche ai quaderni di scuola.

(EN)

ALVIN and the Chipmunks (Diramix)

EDICOLA NEWS: LE RECENSIONI nr. 141

in collaborazione con Edicola Birra Fumetteria 

figurine: 190 (1-170, A1-A6, B1-B8, C1-C6)

starter pack: 2,99€ (album + 2 bustine)

bustine: 0,70€ (5 figurine)

Siamo grandi estimatori delle produzioni Diramix, ma in questa occasione ci tocca partire con una nota dolente, la qualità della carta dell’album. Come già successo con altri editori ci troviamo di fronte a pagine ondulate, si possono già notare anche da queste foto. Speriamo sia solo un errore di percorso, davvero un peccato perdere così tanto in qualità per risparmiare qualche euro nella stampa.

Alvin sta vivendo una seconda (o terza) giovinezza, grazie alla produzione di nuovi cartoni animati, dopo il grande successo degli anni 80. Sinceramente era molto meglio la grafica di allora, ora è tutto computer ma le storie sono sempre simpatiche e divertenti. No comment sulla sigla, ridateci Cristina d’Avena!

Nelle prime pagine dell’album troviamo la presentazione dei personaggi della serie che non sono solo i tre vispi fratelli rockettari ma anche, ad esempio, la controparte femminile, ovvero le Chipettes, presenti anche nelle pagine successive. Successivamente largo alle mini storie ed alle curiosità.

Già utilizzato per Bing ed altri album, sempre simpatico il poster centrale triplo per le figurine stick&stack.

Sulle figurine è stato fatto un lavoro particolare, non solo speciali e sagomate ma anche i bordi non hanno un colore standard, si va dal rosso al giallo e al bianco. Il piccolo formato non è adatto ad alcune immagini ma in generale rendono bene su l’album che non è solo didascalico, pagina per pagina troviamo piccoli giochi per i bambini, spesso per farli è comunque necessario avere le figurine attaccate (giustamente!).

Plauso infine per il costo della bustina, ancora a 0,70 euro a differenza di tanti altri editori.

(EN)

CRY BABIES (Panini)

EDICOLA NEWS: LE RECENSIONI nr. 139

in collaborazione con Edicola Birra Fumetteria 

figurine: 180 (1-180)

starter pack: 3,90€ (album + 5 bustine)

bustine: 0,80€ (5 figurine)

Che spasso! Qualcuno penserà che fare le recensioni di album particolari, non sportivi soprattutto, possa essere noioso, in realtà è molto più divertente e gratificante. Soprattutto perché, se si vuole fare un buon lavoro, si va alla ricerca di informazioni e spesso si scopre cartoni animati o personaggi che in altro modo non si sarebbe mai venuti a conoscenza.

Ogni tanto alla Panini realizzano album “semplici”, come quelli di una volta, 180 figurine, senza card e senza bustine o figurine speciali da andare a cercare altrove. Ci voleva!

Non solo, dopo la pessima qualità della carta degli ultimi album (Marvel 80th, Animali), qui si torna all’album in carta non lucida e la qualità ci guadagna e tanto.

Album per i più piccoli, dedicato a questo mondo di neonate che oltre ai cartoni animati sta dicendo la sua nel campo di giocattoli e prodotti per la scuola. Sembra di capire che sono tutte femmine, insomma un villaggio di amazzoni in miniatura. Ricordano un po’ la bambina di Masha&Orso ma risultano ben più simpatiche. Soprattutto sono tante, tantissime. La prima parte dell’album è dedicata alle babies principali ed a tutti gli altri abitanti della Valle Biberon.

La seconda parte, che comprende anche il poster apribile centrale, ci racconta del loro mondo. L’idea di base è sempre di fare interagire le piccole collezioniste con le Babies, le figurine sono grandi e molto colorate, con tanti bei faccioni in primo piano, davvero simpatico.

Nella terza parte, ecco le avventure! Brevi episodi di due pagine ma molto efficaci, con immagini sia sull’album sia sulle figurine per arrivare a sapere come è andata.

Non mancano naturalmente le figurine speciali, le classiche glitter e le sempre più utilizzate “gratta&scopri” (scratch off per gli anglofili), i collezionisti più incalliti dovranno averne due copie, una da lasciare scura e l’altra con l’immagine sotto in rilievo. Buona ricerca.

Abbiamo anche un concorso e quindi attenzione a buttare via le veline, trovando i 10 personaggi differenti sul retro, si può vincere una delle 250 casette alate.

Album minimale, ma nel senso positivo del termine. Bello!

(EN)                                                            

SPONGEBOB (Topps)

EDICOLA NEWS: LE RECENSIONI nr. 137

in collaborazione con Edicola Birra Fumetteria 

figurine: 168 (1-164 + M1-M4) + 30 card (1-30)

starter pack: 4,99€ (album + 3 bustine)

bustine: 1,00€ (5 figurine + 1 card)

Bentornato SpongeBob! Cartone animato finito un pochino nell’anonimato dopo il grande successo di circa 10 anni fa ed ora tornato in voga grazie al film in questi giorni al cinema. Il nostro amico spugnoso fa sempre dei suoi racconti no-sense il marchio di fabbrica.

In principio furono i Trolls.. sembra proprio Topps abbia sposato la linea della card/figurina. Anche in questo album abbiamo 30 figurine con sotto la card, staccando la figurina per attaccarla su l’album la card rimane integra, almeno fino a prova contraria..

L’idea e’ originale ed interessante, in realtà può fare pensare che sia un modo per alzare il prezzo delle bustine facendolo passare per un miglioramento, sinceramente non tutti gli album sono nati per avere anche le card. SpongeBob ci può stare, tenendo conto che le card non sono solo un extra ma permettono di organizzare un gioco, grazie anche al poster-tabellone al centro dell’album.

Come già per Trolls, attenzione che alla richiesta a Topps di eventuali figurine/card mancanti, queste sono separate, quindi vanno ordinate entrambe. La formula figurina con sotto la card, si trova solo nelle bustine. Ogni card corrisponde sempre alla stessa figurina, non sono a random, in tal caso sarebbe stato davvero un delirio..

L’album è molto simpatico e colorato, didascalie divertenti; nella prima parte sono presentati tutti i personaggi del cartone animato e della città di Bikini Bottom, nella seconda parte tutte le avventure di SpongeBob, da quelle più terrorizzanti (si fa per dire..) alle più strampalate. Compresa la versione supereroe dei nostri, più una parodia che altro. Improbabili le ultime figurine con illustrazioni di SpongeBob ispirate ad alcuni dei più leggendari artisti del mondo. L’album si conclude con quattro figurine luccicanti e definite rarissime, speriamo non sia così!

Le figurine in generale sono molto carine, due formati, più piccole la maggior parte, più grandi e glitter le 30 con sotto le card. E’il festival dell’assurdo, del resto parliamo di SpongeBob.

Al centro doppio poster, il primo come detto è il tabellone per le card, il secondo è il poster del film con le figurine numerate M.

Come già fanno praticamente tutti gli editori, lo starter pack non ha un reale prezzo promozionale, si paga anche l’album, in questo caso 1,99€. Peccato, i tempi sono davvero cambiati!

(EN)

TROLLS WORLD TOUR (Topps)

EDICOLA NEWS: LE RECENSIONI nr. 116

in collaborazione con Edicola Birra Fumetteria 

figurine: 199 (1-167, card 1-32)

starter pack: album + 3 bustine 4,99€

bustine: 1,00€ (5 figurine + 1 card)

commento: ritornano i Trolls targati Dreamworks. Dopo il grande successo del primo film, avremmo dovuto vedere al cinema il nuovo capitolo, purtroppo i cinema sono chiusi (attenzione, gli abbonati a Sky hanno comunque la possibilità di vederlo in tv). Come per altri album di questo complicato periodo, Topps esce comunque con questa produzione ed è ottima cosa visto che davvero è realizzato in modo simpatico e colorato.

Partiamo dal fondo e dalla grande novità, ovvero la sticker-card. Non è una card adesiva (non sarebbe una novità) ma è una card con sopra una ulteriore figurina che si può staccare e fa parte della collezione dell’album. Con buona pace degli amanti (mai compresi dal sottoscritto) del collezionare album vuoti + set a parte. In realtà, alzando leggermente l’angolo basso a destra, è possibile verificare il numero della card (vedi foto). Figurina e card di ottima qualità visto che la prima si può riposizionare senza danneggiarla e la seconda rimane intonsa rimuovendo la figurina sopra. Bella idea, approvata!

Questa nuova avventura è legata al mondo della musica ed è davvero uno spasso, in base al proprio genere preferito le figurine possono anche diventare un dettaglio da attaccare su diari o altro. Non solo per preferenze musicali personali, ma quelle rock e metal sono assolutamente le più fighe; speriamo quindi la Regina Barb riesca nell’intento di riempire l’universo dei Troll con musica hard rock, ci riuscirà? Niente spoiler, godetevi il film.

L’album è estremamente colorato, viene lasciato ampio spazio alle immagini con didascalie minimali ma efficaci, con tante curiosità sul cartone animato. Rock, Pop, Techno, Country, Funk, Classica, Hip Hop ecco i generi ed i vari regni che popolano il Troll world. In alcune parti l’album sembra ripetersi, probabilmente è solo una sensazione che cambierà ad album completato. Da notare due aspetti, le pagine “motore, ciak, azione!” dove si viene catapultati nel pieno del film e le simpatiche pagine finali con quiz e figurine davvero divertenti per scoprire i dischi del mondo dei Troll, i personaggi in tournée e pure gli emoji.

Al centro il poster per giocare con le card, gioco estremamente basic, sinceramente, meglio provare a collezionare tutte le 32 card a prescindere. Non sempre la grandezza fa la differenza, in questo caso le figurine sono di formato quadrato piccolo, ma personalmente le trovo efficaci per la tipologia di album. Dopotutto stiamo parlando di Troll, non di Giganti! Molto belle le figurine speciali, non tanto le classiche glitter ma quelle in tessuto con parti in rilievo. Curate nei dettagli e quasi da collezionare a parte.

Peccato il periodo sfortunato di uscita, questo album avrebbe davvero meritato maggiore fortuna (così e soprattutto come il film), ma visto che le edicole sono aperte, non perdetelo!

AGGIORNAMENTO: attenzione, ordinando le mancanti a Topps figurine e card SONO SEPARATE, quindi vanno ordinate entrambe. Per gli appassionati, bisognerebbe ordinare tutte le figurine speciali perchè hanno la velina numerata mentre nelle bustine dietro hanno le card

(EN)