Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

ARTONAUTI 3 – Tutto il mondo (WizArt)

EDICOLA NEWS: LE RECENSIONI nr. 191

in collaborazione con Edicola Birra Fumetteria 

figurine: 288 (1-288) + 25 card

starter pack: album + 3 bustine 3,50€

bustine:  5 figurine + 1 card 0,60€ (box da 36 bustine)

Finalmente Artonauti! Arriva in edicola uno degli album più attesi del 2021, uscito in ritardo per ovvi motivi ma comunque uscito, primo applauso (ne seguiranno altri..) per questa decisione nonostante il mondo della scuola, primo riferimento di questa collezione, sia letteralmente stravolto.

Non sempre l’attesa è negativa, ci piace pensare che questi mesi extra hanno permesso a WizArt di aggiungere o cambiare dei dettagli portando vantaggi al risultato finale che, oggettivamente, è ottimo. Non crediamo sia voluto ma in questi tempi dove i viaggi sono sospesi, ci voleva proprio un album che con le immagini in figurine e la fantasia ci portasse in giro per il mondo, continente dopo continente, a visitare quelle bellezze dell’arte che ora ci è impossibile fare. In generale comunque, per il giro di tutto il mondo che fanno i nostri Ale e Morgana non basterebbe una vita..

Non saltate le prime pagine introduttive, servono a capire che ci fanno i nostri eroi in giro a cercare il gatto Wizart, come i precedenti la parte scritta dell’intero album è da una parte didascalica, quindi fondamentale, dall’altra è narrativa, quindi altrettanto fondamentale.

Il viaggio dell’allegra famiglia (la nonna ci sembra più in forma del solito, magari è solo una nostra impressione) copre tutti i continenti, partendo dall’Europa orientale e terminando di nuovo a casa nell’Europa occidentale dopo ben 12 tappe. Ci sarebbe altro da dire, ma non vogliamo anticipare troppo, cercate di non andare a curiosare subito alla fine dell’album, piuttosto!

Per la nostra recensione abbiamo suddiviso il giro del mondo in cinque blocchi, menzionando le pagine e le immagini che più ci hanno piacevolmente sorpreso e più crediamo saranno divertenti da completare con le figurine. Non avendo il raggio di trasporto modello Star Trek, anche il tour degli Artonauti mantiene una certa logica geografica.

Blocco 1 (Russia, Medio Oriente, Antica Persia)
da pagina 10 a pagina 33
menzione speciale alla Cattedrale di San Basilio, alla tela di Ivan Siskin (Mattina in una foresta di Pini), il tempio di Abu Simbel, la Moschea Rosa e Le Mille e una notte

Blocco 2 (India, Sud Est Asiatico, Cina)
da pagina 34 a pagina 55
menzione speciale al dipinto Krishna, alla Terra di Creature Mitiche della cultura thailandese, all’opera Chang’E di Ren Shuai Ying ed alla Festa con Fuochi d’artificio e aquiloni

Blocco 3 (Giappone, Australia, Africa)
da pagina 56 a pagina 71
menzione speciale al Castello di Himeji, a La Grande Onda di Kanagawa, al dipinto Gnamma Holes ed al Volto Africano

Blocco 4 (America Latina, Messico, Usa)
da pagina 72 a pagina 89
menzione speciale al dipinto di Eduardo Kobra, al murale di Diego Rivera, ai dipinti di Keith Haring e Jackson Pollock

Blocco 5 (Europa del Nord, Europa dei Cavalieri, Europa Classica)
da pagina 90 a pagina 103
menzione speciale al Thor di Koch, a Giovanna d’Arco, alla Venere di Botticelli

A cosa fanno riferimento le nostre menzioni, non siamo critici d’arte, forse di figurine, per questo abbiamo “premiato” le pagine dove il mix tra i due mondi (arte e figurine) ci è sembrato più emozionante. L’album è una esplosione di figurine sagomate, in quanto praticamente tutte vanno attaccate esattamente per non perdere il fascino della foto sotto. Un’iniziativa piuttosto impegnativa, perché spesso le figurine sagomate riscontrano problemi quando sono da inserire in un album di figurine. Abbiamo fatto alcune prove e possiamo dire che il lavoro è davvero molto curato. Secondo applauso a WizArt per la scelta che poteva sembrare azzardata.

Altro aspetto molto interessante è la presenza sia dell’arte classica che quella più moderna, giusto anche limitare in qualche modo i monumenti a vantaggio delle opere pittoriche, perlomeno in Europa e nel Nord America. Da appassionati della storia a fumetti che da sempre accompagna gli Artonauti possiamo notare che è stata messa un pochino da parte, i nostri eroi si vedono solo nelle pagine introduttive dei vari capitoli; da una parte si poteva farli interagire di più, dall’altra il fascino delle opere selezionate è talmente incredibile che è giusto l’intero spazio disponibile sia dedicato ad esse.

Ritornano anche le twin card, quindi 25 ma in realtà da trovare doppie per avere il mazzo completo. Rispetto al passato sono migliorate, più grandi, anche quest’anno non hanno una loro numerazione ma troviamo la comoda check list in fondo all’album. Onestamente troviamo sia la parte meno interessante del progetto, forse perché non ci sentiamo molto coinvolti dall’aspetto didattico di questa parte della collezione. Evitabili? Forse si, di contro non possiamo non far notare che, a differenza di altre collezioni, la loro presenza non è una scusa per alzare il costo della bustina.

A proposito della bustina, qui parte l’applauso finale. In un periodo di corsa al rialzo, Artonauti è in vendita con le bustine a 60 centesimi e con ben 5 figurine più una card all’interno. La qualità dell’album è buona, abbiamo riscontrato alcune piccole imperfezioni ma resta di gran lunga migliore qualitativamente rispetto ai prodotti di altri ben noti editori. Se questo comporta il pagare l’album (meno di 2,00 euro comunque) allora ben venga, ne guadagniamo in qualità!

Bello, unico, speciale. Ora non resta che aspettare il quarto. Artonauti Forever!

(EN)

ARTONAUTI 2 (WizArt)

EDICOLA NEWS: LE RECENSIONI nr. 95

in collaborazione con Edicola Birra Fumetteria 

figurine: 324 (1-324) + 25 twin card

starter pack: 3,50€ (album + 3 bustine)

bustine: 0,60€ (5 figurine  + 1 card)

commento: sono tornati gli Artonauti! L’album evento del 2019 ritorna con nuove avventure nel mondo dell’arte. Se il primo attraversava le varie epoche storiche, questo si dedica al Novecento. 

Prima considerazione, visto il successo del precedente, gli autori non si sono seduti sugli allori ma anzi hanno cercato di migliorarlo, l’albo è di ottima qualità. 

“Dove eravamo rimasti…”, la storia continua con il ritorno dei nostri eroi Ale, Morgana ed il cane Argo. Ma il ritorno dove? Si ok, c’è la nonna ma non è il loro tempo, ancora una volta sono nel passato, esattamente nel 1943 nel pieno del dramma della seconda guerra mondiale. Esiste anche un film con George Clooney sui “Monuments Men”, ovvero reparti speciali che si occupavano della salvaguardia e recupero delle opere d’arte, a forte rischio di scomparire a causa dei bombardamenti o dei tanti furti che si sono susseguiti durante la guerra. Qui comincia l’avventura, all’interno della sala ovale il Presidente degli USA Roosvelt, in persona, manda in missione i nostri eroi.

Nelle pagine successive è un susseguirsi di opere d’arte immortali e, come dice giustamente l’album, “patrimonio dell’umanità”, non solo di un determinato popolo (questo chiaramente non vuole dire che un popolo “x” possa portarsi a casa l’opera che si trova in un determinato paese!).

L’album è estremamente accattivante, praticamente tutte le figurine sono sagomate e vanno applicate in modo corretto sui dipinti, mica facile le pagine (ad esempio) dedicate ai pittori impressionisti!

Il meglio della pittura del 900: Matisse, Munch, Kandinsky, Klimt, Picasso, Modigliani e tantissimi altri. Le pagine dedicate ai pittori (in media 4 per ciascun artista con spesso immagini che coprono due facciate) sono alternate da pagine dove si dipana l’avventura dei nostri in giro per il “vecchio continente”, naturalmente in figurine.

Accanto alle didascalie molte pagine hanno piccoli quiz o giochi con cui i ragazzi possono interagire, non solo, troviamo anche dei QR code per ascoltare le spiegazioni, quasi come fossimo al Louvre o al British Museum.

Anche questa volta troviamo 25 card d’arte, colpo di genio degli autori, in quanto sono definite “twin cards” e di conseguenza trovare dei doppioni nelle bustine non è un male, anzi. Infatti servono due copie di tutte le card per creare il mazzo e potere giocare con il Memory degli Artonauti.

A proposito delle bustine, prezzo anche concorrenziale, per invogliare a fare la collezione, ogni bustina ha il costo di 0,60 e contiene 5 figurine ed 1 card. Che poi a dirla tutta, vi sono altri mille motivi per collezionare questo album al di là del costo delle bustine.

Album adatto a tutte le età, la definizione “didattico” ci sta a pennello. Un invito a tutti per collezionarlo, un tramite per conoscere ed amare l’arte e comprendere l’importanza della sua cura e conservazione.

Semplicemente splendido!

Giudizio finale 10/10 (con lode)

(EN)

GEORANGER MISSIONE ITALIA (De Agostini)

EDICOLA NEWS: LE RECENSIONI nr. 71

in collaborazione con Edicola Birra Fumetteria 

figurine: 192 (1-192) + card 48 (blu A-V red 1-20 green 1-8)

starter pack: album + 5 bustine 4,90€

bustine: 0,70€ (4 figurine + 1 card)

commento: c’erano una volta gli album di figurine didattici.. e ci sono ancora! La formula divertimento/insegnamento non ha epoche, funziona sempre o perlomeno va sempre apprezzato lo sforzo di chi realizza prodotti di questo tipo. In questo caso la finalità è doppia, non solo insegnare ai bambini la tutela e l’importanza dell’ambiente ma anche scoprire la geografia del paese più belo al mondo, l’Italia, naturalmente.

Infatti l’album è un ottimo mix tra nozioni sulla natura e sulle città e monumenti del Belpaese, suddivisi per regioni, partendo dalla Valle d’Aosta e terminando con la Sardegna. Nelle singole pagine tantissime didascalie che spiegano sia aspetti storici che naturalisti, il tutto collegato a questo folto gruppo di piccoli eroi per l’ambiente denominati Georanger.

Di figurine ne abbiamo per tutti i gusti: standard, sagomate, olografiche, metallizzate. Le card sono suddivise in tre categorie, le blu (figucard simbolo) sono adesive e vanno incollate nell’album in appositi spazi, hanno simboli misteriosi e non vanno buttate dopo essere state attaccate, infatti il retro serve a giocare così come le card rosse (con i personaggi) e verdi (consigli per l’ambiente). Ma giocare a cosa? Altra chicca dell’album è il poster centrale che ricorda il classicissimo Gioco dell’Oca con l’aggiunta che in questo caso servono appunto le card per potere immergersi nel gioco.

Le figurine sono di buona qualità, realizzate da un nome storico dell’editoria italiana come la Edis di Modena (si quella degli album sul calcio di tanti anni fa), l’album è molto curato, carta lucida ed estremamente colorato, nelle ultime pagine altri giochi e checklist per controllare le proprie mancanti.

Acquistare questo album è ancora di più importante perché si sostiene la campagna TARTALOVE di Legambiente a favore delle tartarughe marine.

Bello, utile, divertente. Genitori e nonni, non siete ancora volati in edicola? J

Giudizio finale: 10/10

ARTONAUTI (WizArt)

EDICOLA NEWS: LE RECENSIONI nr. 51

in collaborazione con Edicola Birra Fumetteria

figurine: 216 + 25 cards
bustina: 0,60€ con 5 figurine e 1 card
box: 50 bustine
starter pack: album + 3 bustine 3,00€*

commento: l’idea è talmente interessante e piena di buoni propositi che, lo anticipo, il voto finale ne risentirà.

Tanti anni fa esistevano gli album di figurine cosiddetti “didattici” (quelli veri, ora il termine è utilizzato per tutti gli album che non sono sportivi), attraverso le figurine i bambini imparavano la storia, la geografia, la natura e tanto altro. Questo album nasce per riprendere l’idea e renderla al passo coi tempi, quindi non un album didascalico ma una vera e propria avventura attraverso l’arte.

Protagonisti dell’album sono infatti tre ragazzini che imparano a conoscere l’arte attraverso un viaggio nel tempo e quindi nelle varie epoche e nei vari paesi. Dopo le prime pagine che fanno da introduzione ai personaggi (ma non mancano le figurine da attaccare anche qui), i nostri Artonauti partono per il viaggio, passando dalla Preistoria all’antico Egitto e Grecia (per i sportivi vi sono anche due pagine legati alla storia classica delle Olimpiadi) fino a Roma.

Belle le due pagine dedicate ai mosaici di Ravenna, poi il viaggio si dedica ai grandi artisti classici: Giotto, Botticelli, Leonardo, Michelangelo, Raffaello, ecc. Pausa per vedere le bellezze di Venezia e Parigi ed avanti con gli impressionisti ed i pittori più recenti: Monet, Degas, Seurat, Van Gogh, Gauguin.

Oltre a quiz e domande che trovate in ogni pagina (tranquilli, in fondo al album ci sono le soluzioni!), ultime pagine dedicate ad altri giochi imparando. A proposito di giochi, collezionando le 25 twin cards raffiguranti ciascuna un’opera, è possibile realizzare un proprio “memory” così da divertirsi anche oltre l’album.

Da notare inoltre che tutte le figurine hanno nel retro la spiegazione dell’opera alla quale fanno riferimento.

Album davvero ottimo, figurine di buona qualità. Pool di insegnanti che hanno contribuito nel realizzarlo e nel renderlo realtà avendo vinto il bando “Innovazione Culturale”.

Infine il progetto è ancora più ambizioso, perché le avventure dei nostri eroi non terminano qui: l’album dovrebbe essere l’apripista di una serie di altri dedicati a periodi storici o determinati nomi illustri che hanno fatto la storia.

Che dire, album dell’anno? Forse no, sicuramente nella top 5! Consigliato non solo ai bambini, anche noi adulti avremmo bisogno di fare un ripasso generale, non trovate? 😉

Avanti Artonauti !!!

Giudizio finale: 10/10