Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Fumetto Forever Card #26: OTTO GABOS!

Sardegna Forever! Questa figurina solidale Fumetto Card è importante per tanti motivi: è la prima di speriamo una proficua e nuova collaborazione con i tanti amici sardi che abitano a Bologna, la nostra città. Ma è anche l’ultima con la grafica attuale della cartolina che ci ha accompagnato per 26 uscite, dalla numero 27 si cambia! Prima o ultima che sia, è una figurina solidale importante per il suo protagonista, Enrico Berlinguer.

Berlinguer è un personaggio che va oltre alle idee di ciascuno di noi, è un uomo che è stato importante per la storia d’Italia, la sua passione politica, i suoi valori, il suo carisma anche oggi, a distanza di tanti anni, restano indelebili nel tempo. Enrico era anche un orgoglioso sardo, amava profondamente la sua terra ed era anche appassionato di calcio oltre che di vela.

Berlinguer era di Sassari, ma ci piace pensare che da giovane abbia sognato di indossare la maglia del Cagliari e siamo certi fosse orgoglioso di quanto una squadra isolana fosse riuscita a fare, arrivando a vincere un memorabile scudetto. Un modo per certi versi che rispecchiava la sua dottrina politica, fermamente convito che a tutti è giusto dare la possibilità di esserci, di potere gareggiare, anche senza i soldi ed il peso delle grandi squadre del nord.

A realizzare la figurina solidale abbiamo coinvolto un altro sardo d’eccezione, il fumettista Otto Gabos, bolognese d’adozione, ma anche lui fortemente legato alle sue origini sarde. Otto è protagonista del fumetto italiano da quasi 40 anni, se amate il fumetto d’autore, non potete non conoscerlo. Alcuni di noi, appassionati di fumetti da una vita, lo ricordano, tra le tante opere, per “I Camminatori”, splendida graphic novel di inizio anni ’90 ambientata proprio a Bologna.

La figurina solidale sarà presentata
Domenica 4 settembre
ore 21.00
Festa de l’Unità di Bologna

Sala Luigi Pasquali

Piazzetta del Terzo Settore
con
Otto Gabos – fumettista, autore della figurina solidale
Bruno Sedda – Presidente Circolo Sardegna
Emiliano Nanni – Presidente Ass.ne Figurine Forever
ed altri ospiti in via di conferma

PER LA CULTURA SARDA!

Con il ricavato di questa nuova card + cartolina, sarà possibile sostenere le attività del Circolo Sardegna (https://www.circolosardegna.net/) ed il loro progetto di un nuovo centro culturale a Bologna

ENRICO BERLINGUER by Otto Gabos
Fumetto Forever Card #26 – Figurina + Cartolina
Edizione limitata e numerata 121 copie

Costo

offerta libera a partire da 5,00€
+ spedizione (per l’Italia 5,00€)
con un contributo minimo di 30,00€ spedizione gratuita,
è possibile ordinare più copie della stessa figurina solidale
oppure titoli differenti tra le nostre pubblicazioni

PER CONTRIBUIRE:

  • Bonifico bancario:
    Associazione Figurine Forever
    Emil Banca – Credito Cooperativo
    Filiale di Borgo Panigale, Bologna Italia
    IBAN IT82 Y070 7202 4000 0000 0427 519
    Per gli acquisti con bonifico bancario si prega di fare seguire sempre una mail a figurineforever@gmail.com
  • Paypal al solo indirizzo figurineforever@gmail.com con Paypal il costo per figurina è 6,00€
  • NELLA CAUSALE INSERIRE SEMPRE: QUALE FIGURINA VOLETE ACQUISTARE e VOSTRO INDIRIZZO PER LA SPEDIZIONE
  • La figurina è disponibile (prenotazione consigliata) presso la nostra sede alla Edicola Birra, via del Triumvirato 34c Bologna

DISPONIBILITA’ IMMEDIATA! (copie rimaste presso Figurine Forever 66/121)

le cartoline delle figurine solidali sono numerate da 1 a 121, il numero che si riceve è casuale. La scelta del numero specifico è un servizio solo in prevendita e solo per i soci di Figurine Forever

Sono state stampate anche 20 copie omaggio, non hanno il numero consecutivo da 1 a 121. Le 10 copie sono state distribuite alla famiglia Berlinguer, all’autore Otto Gabos, al Circolo Sardegna – Bologna, alla copia a FestUnità Bologna. 2 copie, per l’archivio, restano all’Associazione Figurine Forever

Sotto foto della presentazione con anche l’intervento di Gianni Cuperlo


Related Posts